Luca Burgio e Maison Pigalle – nuovi appuntamenti live a Milano

16

domenica 4 dicembre 2016 – Vesper Drink Club – Piazzale Guglielmo Marconi, 7/b – Vimercate (MB) – ore 21:00

martedì 6 dicembre 2016 –  Millino – via Savona, 11 – Milano – ore 22:00

mercoledì 7 dicembre 2016 – La Scighera – Via Candiani, 131 – Milano – ore 19:00

giovedì 8 dicembre 2016 – Le Trottoir à la Darsena – Piazza Ventiquattro Maggio, 1 – ore 17:00

Luca Burgio in concerto a Milano accompagnato da Andrea Scimè al contrabbasso ed Ettore Baiamonte alla chitarra, per presentare il suo album di esordio “Vizi, Peccati e Debolezze”, pubblicato alla fine di giungo in CD e digitale da New Model Label. Il cantautore siciliano ha ricevuto da allora diversi consensi ed è stato tra i 50 nominati per concorrere come migliore opera prima per le Targhe Tenco, nonostante il suo album fosse pubblicato da pochissimi giorni. Notturno e “maudit”, l’album di debutto di Luca Burgio nasce tra la Sicilia e la Spagna, per lo più a Madrid, dove il cantautore si trasferisce non appena terminati gli studi, trascorre la sua vita lavorando e vivendo la notte, dietro e davanti il bancone di un bar o in jam con altri amici musicisti, assorbendo l’aria internazionale della movida madrileña. “Vizi, Peccati e Debolezze” è un disco in cui si respirano atmosfere gipsy jazz con chitarre manouche, fiati mariachi e fisarmoniche impazzite, il folk siciliano e poi ancora i vapori dell’alcool ed il fumo delle sigarette che, sfidando ogni divieto, si accendono nei bar quando le porte sono chiuse e si apre un mondo parallelo, sconosciuto o evitato da chi vive di giorno. Anche i testi, diretti ed espliciti, sembrano nascere proprio in quelle tarde ore della notte, dove il concetto di normalità è quanto mai elastico, quello di moralità è invece giusto una battuta, riservata al giorno successivo. Nelle canzoni convivono diversi riferimenti sonori, lo swing che accompagnava le serate americane durante il proibizionismo, il Gatsby di Fitzgerald ma anche quello cinematografico diretto da Baz Luhrmann, il jazz dei club parigini frequentati da poeti e pittori, un mondo riassunto nel nome scelto per la sua band di supporto, la “Maison Pigalle”, che ha in cura gli arrangiamenti, ma anche l’America dis-integrata di Charles Bukowski o la Milano notturna raccontata da Vinicio Capossela.

Link: www.lucaburgio.it

www.newmodellabel.com

www.tikkamusic.org

Umberto Ti. – l’EP di esordio prodotto da Giuliano Dottori


Umberto Ti. – Cielo Incerto – L’EP di esordio del cantautore di Padova con la produzione artistica di Giuliano Dottori In tutti gli store digitali dall’11 Novembre 2016 da New Model Label

Umberto Ti. è lo pseudonimo di Umberto Tramonte, cantautore padovano che arriva al debutto con 5 brani, dove la passione per la canzone d’autore italiana si unisce a sonorità più moderne e contemporanee, chitarre elettriche, inserti di elettronica, grazie anche alla produzione artistica di Giuliano Dottori. I brani di Umberto Ti. partono da atmosfere intimiste, storie personali e sognanti, il “Cielo Incerto” che da il titolo all’album è più uno stato d’animo, raccontato attraverso la figura di una donna che prende un treno lasciando il protagonista solo indossando il solito vecchio cappotto… “Cambio paese e ti rivedo cambio nazione e ti ritrovo!” e in queste parole c’è sempre e comunque una traccia di speranza.

E’ sempre la figura femminile ad essere al centro del racconto, questa volta però in una non precisata metropoli che, come il titolo della canzone “AngeliFantasmi” è un po’ Angelo un po’ Fantasma, ti insegue, si perde, si fa trovare tra piazze: “Il tuo vestito nuovo l’ho visto sempre li girare tra le piazze piene di persone così sole…”; o in un porto “…Non mi ricordo piu’ il tuo nome, giù al porto ti ho cercato tutta la notte…”.

Nel corso di questo EP di 5 tracce c’è anche spazio per momenti più energici, come ad esempio “Alibi” che mostra un altro lato della musica di Umberto Ti., in questo caso più blueseggiante e urbano, quasi il racconto cinematografico di una serata fuori controllo.

Credit: Prodotto e arrangiato da Giuliano Dottori presso il Jacuzi Studio – Mixato da Antonio “Cooper” Cupertino presso il San Pedro Studio

Tracklist: 1. Città Affollata – 2. Cielo Incerto – 3. Non Mi Ricordo Più Il Tuo Nome – 4. Alibi – 5. AngeliFantasmi

Link: www.newmodellabel.com www.tikkamusic.org

CRNG – Qualcosa A Cui Credere – il secondo album

crng_-cover_2016

CRNG – Qualcosa A Cui Credere –

Il secondo album in CD e Digital Download da New Model Label

Dal 2 dicembre 2016

 “Qualcosa A Cui Credere” è il secondo album dei CRNG, formazione fiorentina che aveva esordito nel 2015 con “542 Giorni” ed oggi a meno di un anno di distanza ha realizzato un nuovo lavoro, figlio delle diverse esperienze maturate in così breve tempo. E’ un album istintivo in cui la matrice alternative rock della band emerge con maggiore convinzione ed energia, c’è una nuova consapevolezza, e le melodie quasi pop degli esordi lasciano spazio a momenti più riflessivi, più oscuri, in cui emergono influenze new wave e post-punk.

E’ la stessa band a raccontarci la genesi dell’album: “Il disco ha iniziato a muoversi già prima che uscisse “542 giorni”, “Colla” è nata a Marzo 2015, “Autunnale” è stata arrangiata la prima volta in un caldissimo giugno dello stesso anno. Tutte le esperienze venute dopo, i feedback avuti dalla prima produzione, le piccole gioie, le grandi delusioni, conferme e ripensamenti, hanno contribuito a dare un taglio più ambizioso all’album. E’ servito un ritiro artistico tra le montagne dell’Abruzzo per concludere la pre-produzione, in quel di Carpineto della Nora, un luogo dove abbiamo lasciato il cuore, suonando tra la cucina e il salotto di una casa che ha vibrato per otto giorni in armonia con la band. Le riprese sono state curate da Andrea Brodi presso Jam Recordings di Città di Castello, che ha curato anche i mix insieme a Michele “Parola” Pazzaglia (Paolo Benvegnù) mentre il mastering è di Giovanni Versari. “Qualcosa A Cui Credere” prende spunto dalla prima traccia, perché questo disco vuole essere per noi, un vero e proprio grido di consapevolezza nei propri mezzi, una conferma della necessità di crescere senza aspettare nuovamente 542 giorni, un’idea diversa spinta anche dalla bella opportunità data dalla Regione Toscana con Toscana100Band.”

L’artwork dell’album nasce da un’idea di Maria Elvira Lo Torto, prodotta da Duccio Melosi.

Realizzato con il sostegno del Progetto 100 band all’interno di Giovanisì – Regione Toscana

Formazione:  Francesco Lo Torto: voce, chitarra / Pier Paolo Giovacchini: chitarra / Andrea Brodi: basso, elettronica / Luca Patrussi: batteria

Link: www.newmodellabel.com  www.crng.it www.tikkamusic.org

Tracklist: 1. Qualcosa a cui credere / 2. Terra bruciata / 3. Tarantola / 4. Colla / 5. Scarpe rotte / 6. Scoraggiami / 7. Senza scuse / 8. Autunnale #1 / 9. Autunnale #2 / 10. Inetto / 11. Senza pelle

Ms Larsen feat Ruud Jolie – Raindrops – il singolo e video in collaborazione con il chitarrista dei Within Temptation tra atmosfere oscure gothic metal e influenze elettroniche

 

Tikka Music ha realizzato la produzione del primo videoclip nato dalla collaborazione tra Ms Larsen, ex front lady della gothic rock band Lunacy Box, e il chitarrista dei Within Temptation, Ruud Jolie. Grazie alla sua ecletticità, Ms Larsen non é soltanto una ricercata fotogiornalista che si occupa di zone di guerra e paesi in via di transizione, ma è stata coinvolta durante il corso della sua carrier musicale come ghost vocalist per Geffen Records, compositrice per EMI Italy ed altro ancora. Abbiamo chiesto a Ms Larsen di presentarci questa nuova uscita: “Diversi mesi fa mi sono ispirata a un piccolo libro di poesie trovato tra i tanti libri di casa mia: copertina gialla con un titolo verde i cui fonts mi hanno subito portato alla mente gli stessi fonts degli album degli Iron Maiden. Il libro in questione si intitola “The Summer Sun”, scritto da un’autrice indiana: Dr. Satinder Bajaj e, incuriosita iniziai a leggerlo. Sono rimasta colpita da quelle poesie, probabilmente perché sono donna. Mi sono immedesimata analizzando molti punti di vista della psicologia femminile e perché no… della mia vita stessa. Poi sono entrata in contatto con Ruud dopo un incontro durante il loro ultimo tour mondiale e, abbiamo iniziato a lavorare su questa canzone. Era importante avere un chitarrista con un background metal, capace di arrangiare il pezzo senza essere la copia della sua già famosissima band, e penso che l’obiettivo sia stato raggiunto. Il video diretto da Giovanni Tutti, sembra far parte di un incubo ma, come ho detto, tutto é basato sul comportamento femminile: l’eterna lotta tra corpo e mente. Molte donne non accettano la loro fisicità e questo problema colpisce ovunque e a tutte le età.” Il singolo sarà in uscita il 9 Settembre 2016, includerà due remix: uno dal gusto elettronico/sperimentale dell’artista Luca Sommariva e un club remix dal duo electro Helalyn Flowers.

Traklist: 1. Raindrops / 2. Raindrops – Helalyn Flowers Remix feat. Noemi Aurora / 3. Raindrops – L.S. Waning Moon Remix

Credits: Artwork: Nightmare #18 © Stefano Bonazzi – www.stefanobonazzi.it

Graphics: Luca Sommariva (Nuforms Design) – www.nuforms.it

Tutte le voci sono state mixate e masterizzate da Cristiano Santini at  Morphing Studio (Bologna, Italy)

Video clip: diretto da Giovanni Tutti – Make Up – Letizia Cabria – con la partecipazione di Giulia Roversi


Link:
www.newmodellabel.com www.rawlinesmusic.com/

Luca Burgio e Maison Pigalle – La Sindrome Di Dorian Gray – nuovo singolo e video per l’artista siciliano, tra swing ad alta energia, canzone d’autore e atmosfere mediterranee

Link a video su Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=TbkzAWzoX4M

Prossimi Appuntamenti Live:

9 settembre 2016 – Bitta – Bagheria (Pa)

10 settembre 2016 – Ai Giudici – Palermo (Pa)

14 settembre 2016 – Noga – Palermo (Pa)

24 settembre 2016 – Farm Cultural Park – Favara (Ag)

30 settembre 2016 – via Roma – Porto Empedocle (Ag)

Il video ufficiale del primo singolo “La Sindrome di Dorian Gray” con cui Luca Burgio e tutta la Maison Pigalle si presentano ufficialmente con delle immagini cariche di forza, di eros. Un invito a godere della vita, in tutte le sue forme, fino all’ultimo respiro. Il singolo è tratto dall’album di esordio del cantautore siciliano, “Vizi, Peccati e Debolezze”, pubblicato in CD e digital download da New Model Label nel luglio 2016.
Il tema del brano è ovviamente ispirato al romanzo “Il Ritratto Di Dorian Gray” di Oscar Wilde. La canzone è nata a cavallo tra la Spagna, dove l’autore ha vissuto, e la Sicilia. “Il periodo in cui ho scritto il testo è stato quello più intenso di esperienze dove ho provato di tutto fiondandomi in situazioni assurde” racconta Luca Burgio “situazioni che mentre vivevo andavo trascrivendo in quei versi che poi sarebbero diventati “La sindrome di Dorian Gray”. Il testo è composto dagli aforismi di Lord Wotton (la figura che instilla in Dorian Gray il pensiero edonista) ovviamente rivisitati e riscritti. Nel video viene riassunta in maniera concettuale la storia del romanzo, dove la figura del ballerino, nei panni di un mefitico Lord Wotton, spinge l’ingenuo ragazzo ad esplorare il piacere, il vizio,l’ eros, il gioco d’azzardo e la vanità, tutte immagini evocate nell’intero album “Vizi, Peccati e Debolezze”, ragion per cui ne è stato fatto il pezzo di punta. Nelle varie scene Luca Burgio veste il ruolo astratto del narratore e poi del musicista, come una figura esterna e interna alla scena appunto un “attivo astante”...

La formazione: Luca Burgio – voce / Andrea Scimé – contrabbasso / Armando Fiore – percussioni / Mauro Schembri – mandolino / Marco Macaluso – fisarmonica / Ettore Baiamonte – chitarra

Produttori: Mirella Buono e Silvia Gandolfo

Produzione esecutiva: Poikilia: https://www.facebook.com/poikilia/
Regia: Gianni Cannizzo
Dir. Fotografia: Gabriele De Palo
Montaggio: Giuseppe D’Agostino
Operatore: Gianfranco Previtera
Scenografia: Maurizio Riotta

Truccatore: Salvo Bartolone
Assistente Scenografia: Elisa Cricchio
Capo elettricista: Giorgio Saetta
Produttore esecutivo: Gianni Cannizzo
Aiuto Regia: Giuseppe D’Agostino
Ballerino: Giuseppe Muscarello
Attori: Bruno di Chiara, Michelle Vitrano, Serena Gambino
Un ringraziamento speciale al comune di Bagheria per le sale di palazzo Butera offerte per le riprese

Link: www.lucaburgio.it www.newmodellabel.com www.tikkamusic.org